Disprassia orale, disprassia verbale

Presentazione 

La presa in carico logopedica dei bambini con problematiche della sfera linguistica pone delle criticità legate alla differenziazione di quanto, nel singolo soggetto, le difficoltà siano correlate a un disturbo fonologico, a un disturbo dispassico dell’oralità, a una immaturità della sfera alimentare, a una disprassia verbale e a una problematica neurologica di fondo. Differenziare l’apporto di ciascuna patologia al quadro sintomatico generale non solo è necessario ai fini diagnostici ma è la strada privilegiata per sulla quale può costruirsi un adeguato progetto logopedico.

Obiettivi del corso

Il corso si propone di rivedere: il concetto di disprassia le caratteristiche cliniche della disprassia orale e della disprassia verbale (CAS) lo specifico della bocca del bambino disartrico le tappe di sviluppo della abilità della bocca,dall’allattamento all’alimentazione autonoma i criteri di diagnosi di disprassia orale primaria e secondaria i criteri di presa in carico del bambino disprassico orale e del bambino portatore di CAS le strategie di prevenzione della disprassia orale in bambini a rischio le modalità di counselling abilitativo per i genitori dei bambino con inabilità orale.

Docente  Silvia Magnani
scarica il programma .pdf

crediti assegnati 17,4

Quando e dove
dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00
28 e 29 settembre 2017
Milano, Hotel Poliziano Fiera, via Poliziano 11

capienza d’aula 60 allievi
Costo  € 300,00

Condividi
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone