Valutazione della voce: cartella per la raccolta dei sintomi percettivi

Valutare la voce in senso percettivo è il primo compito che deve affrontare chi fa diagnosi di disfonia. IL percorso diagnostico infatti inizia dall’ascolto della voce del paziente e solo in un secondo momento si avvale della laringoscopia e della analisi di segnale. Se non comprendi cosa senti non potrai fare ipotesi e verificarle.
Se vuoi utilizzare la cartella di valutazione percettiva che ho redatto nel 2002 leggi il testo pubblicato da FrancoAngeli “Ascoltare la voce” e fai uso delle tracce audio. Abituati poi a sentire con attenzione le voci introno a te e applica i concetti appresi anche alle voci non patologiche.

La cartella è pubblicata su Folia Phoniatrica

 

Scarica il PDF

AUTORE

Silvia Magnani

Silvia Magnani

Medico

Socio fondatore di Nuova ARTEC, Coordinatore del Comitato Scientifico. Specialista in Foniatria e in Otorinolaringoiatria

 

Altri articoli interessanti

 

La voce soffiata

La presenza di una fuga d'aria nella voce è una evenienza comunissima che può indicare una situazione patologica alla quale...

La medicina funzionalista

C'è un campo della medicina che si occupa delle funzioni volontarie, sia in senso terapeutico, curandole quando decadono, sia...

I luoghi della cura

Prendersi cura di qualcuno è un'azione declinabile in modi diversi, i principali dei quali sono l'aver cura del corpo, compito...

Voce e identità

Come esiste una identità corporea, così esiste un'identità vocale. La voce infatti non solo ci identifica come uomini o donne...

DOVE SIAMO

La nostra sede è nel centro di Milano, servita dalla MM2, MM5, dai tram 12, 14, 2, 4 e dall'autobus 94 

© OpenStreetMap contributors, CC-BY-SA