Arte da Camera

Il progetto Arte da camera nasce da un’idea di Lorenzo Pierobon e Silvia Magnani.

Fare arte in un salotto. Non un’arte formale, fruita passivamente, ma un’arte che coinvolge i presenti attraverso una formula laboratoriale o una lezione-concerto.

Gli incontri si svolgono con una cadenza regolare nei mesi dell’anno dedicati alla didattica. Sono gratuiti e dedicati a coloro tra i nostri allievi che vogliono avvicinarsi al teatro, al canto e alla espressività corporea.

Non ci sono riflettori, separazioni tra ambiente spettacolare e sala. Il contatto con gli artisti è volutamente intimo, colloquiale.

Al termine del lavoro, che ha una durata massima di due ore, si condivide una cena nella quale ognuno si fa carico di un piatto o di una bevanda, perché preparare il cibo, donarlo e consumarlo insieme sono anch’essi elementi della cura.

 

Altri articoli interessanti

 

Non esistono bambini pigri

Molti invii di bambini cattivi comunicatori sono posticipati per la convinzione che i piccoli, pur possedendo potenzialità...

Perché è difficile rimanere intonati da anziani?

L’intonazione si compone di due momenti successivi: la messa in voce (devo esordire alla frequenza della nota richiesta) e il...

Non esistono bambini pigri

Molti invii di bambini cattivi comunicatori sono rimandati per la convinzione che i piccoli, pur possedendo potenzialità...

L’associazionismo difficile

Riflettiamo sulla difficoltà per le discipline artistiche di proporsi un associazionismo e della diversità che questo termine...

La qualità della nostra formazione FAD nel 2020

Per conoscere davvero la qualità della formazione che si eroga non vale un'autovalutazione. Per questo abbiamo deciso da quasi...

Arte come necessità 1

Arte da camera riprende con una nuova veste per ribadire la necessità dell'arte, in qualsiasi modo sia declinata. L'incontro del...

Riflessioni sulla disprassia orale

Una delle mie competenze più richieste è la valutazione della disprassia orale, per questa ragione ho potuto costruirmi un...

Lettera dalla zona gialla ai nostri allievi

L’incertezza è il nemico peggiore. Ti paralizza. Non capisci se ciò che hai davanti è un avversario, un amico o, semplicemente,...

Lettera al corso Le 150 ORE

Le 150 ORE deve il suo nome a un'iniziativa degli anni 70 con la quale si portava al diploma di terza media chi, per ragioni...

L’educazione delle ricompense

Sono cresciuta in una famiglia che credeva di fare il meglio per i propri figli spronandoli a superarsi. I miei successi non...

DOVE SIAMO

La nostra sede è nel centro di Milano, servita dalla MM2, MM5, dai tram 12, 14, 2, 4 e dall'autobus 94 

© OpenStreetMap contributors, CC-BY-SA